home paura, Trattamento Affrontare lo stress da COVID19 con il rilassamento!

Affrontare lo stress da COVID19 con il rilassamento!

Affrontate lo stress e l’ansia da COVID19 con il rilassamento!!!

Migliorare il proprio benessere psicologico, gestire lo stress e i sintomi ansiosi è possibile, attraverso momenti quotidiani dedicati a noi stessi, dedicati al rilassamento progressivo.

Il rilassamento progressivo di Edmund Jacobson[1], un metodo messo a punto da questo scienziato nel lontano 1938 e da allora studiato e praticato in tutto il mondo, può aiutare a ridurre i sintomi ansiosi, l’agitazione e lo stress causati da una vita dai ritmi frenetici ed inarrestabili, accompagnati da un lavoro impegnativo, magari in situzioni di emergenza che non ci lasciano neanche rientrati a casa.

Una condizione, quest’ultima, che mai come in questi giorni si affaccia nel vissuto, in un momento di insicurezza, paura e tensione esacerbato dal continuo diffondersi in Italia, come in tutta Europa, del Coronavirus, nemico invisibile e coriaceo.

Mai come in questi giorni particolarissimi e difficilissimi il rilassamento di Jacobson può aiutare a migliorare la quotidianità.

Vediamo come…!

Rilassarsi aiuta mente e corpo a ritrovarsi, in un ciclo di respiri calmi e profondi ove il corpo ritrova se stesso con una calma interiore e la mente ascolta la melodia del respiro e della calma del corpo e riesce a rigenerarsi e a ritrovare la propria tranquillità.

Il rilassamento parte dalla respirazione. Una respirazione, calma e profonda, che aiuta ad espellere i cattivi pensieri e a respirare serenità e tranquillità.

Perché funziona?

Secondo Jacoson, per rilassare la mente è necessario rilassare il corpo. Ovvero, rilassando il sistema nervoso volontario, il sistema nervoso vegetativo segue le orme del volontario, fino ad arrivare ad un rilassamento profondo ed involontario. Le emozioni forti tendono a diminuire e a dare una sensazione di benessere, contribuendo a ridurre e a vincere lo stress e l’agitazione.

Il rilassamento deve essere coltivato quotidianamente fino a diventare una abitudine, una abitudine automatica che si mette in pratica con poca attenzione consapevole nei momenti di maggiore difficoltà, ansia e stress.
Un metodo, quindi, utile ed efficace nella attuale, particolarissima situazione di incertezza e di paura.

Come funziona il protocollo di Jacobson?

  • La prima cosa da fare è mettersi in una posizione comoda, seduti in poltrona, sdraiati sul letto o su una superfice morbida.
  • Trovata la posizione comoda, si inizia a respirare profondamente.
  • Si ci concentra sul respiro, lasciando andare tutti i pensieri e concentrandosi solo su se stessi.
  • A questo punto si ci lascia andare e si ci concentra qualche minuto sulla respirazione profonda e rilassata, finchè non ci si sente pronti a partire con il rilassamento.
  • Ed ora si può dare inizio agli esercizi di contrazione e rilassamento.
  • Si parte dalle mani, stringendo forte il pugno per 5 secondi, per poi distendere il più possibile le dita.
  • Braccio. Spingere le nocche della mano contro la spalla relativa, per 5 secondi.
  • Avambraccio. Piegare le mani all’indietro ad angolo retto con il braccio, per 5 secondi
  •  Faccia. Stringere i denti e stirare le labbra come in un sorriso esagerato, per 5 secondi
  • Collo. Spingere il mento verso il petto; spingere la testa indietro, per 5 secondi
  • Occhi. Chiudere forte gli occhi, per 5 secondi
  • Spalle. Spingere le spalle in avanti e poi all’indietro, per 5 secondi
  • Addome. Incavare l’addome, portare i muscoli della pancia sotto la gabbia toracica, per 5 secondi
  • Torace/Schiena. Fare un respiro profondo, gonfiare il torace, trattenere il respiro, per 5 secondi
  • Cosce. Stendere le gambe e sollevarle lentamente verso l’alto, per 5 secondi
  • Polpacci. Tendere il polpaccio e contrarlo per poi rilassarlo
  • Piedi. Flettere i piedi e le dita dei piedi verso l’alto, per 5 secondi
  • In 4 semplici incontri di training online, della durata di 30/45 minuti è possibile imparare a rilassarsi, completamente ed in maniera autonoma!  

Vincere lo stress, l’ansia e l’agitazione è possibile! Non dimentichiamolo e restiamo a casa! #iorestoacasa #andratuttobene

 

[1]E. Jacobson, Progressive Relaxation: A Physiological and Clinical Investigation of Muscular States and Their Significance in Psychology and Medical Practice,1938
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*