home Varie Chili di troppo: niente paura di perderli

Chili di troppo: niente paura di perderli

La Pasqua è alle spalle, la bella stagione è alle porte, bisogna ricominciare a mangiare sano e a dimenticare i grassosi e ricchi pasti del periodo invernale con i successivi chili di troppo.

I chili “regalo” dei pranzi festivi, di apertivi e cene caloriche, sono assolutamente da smaltire per ritrovare il peso forma, senza paura di salire sulla bilancia.

Ecco quindi che, ancora una volta, promettiamo a noi stessi di recuperare la forma e il comportamento alimentare corretto ed abbandonare i chili di troppo, anche per ridurre eventuali rischi per la salute. Un impegno arduo e che spesso siamo incapaci di mantenere, soprattutto con la necessaria costanza che ci consentirà poi di apprezzarne i risultati, sia in termini estetici che di benessere fisico.

In una tale ottica, un significativo aiuto ci viene dalla psicologia cognitivo –comportamentale d’impronta americana, che, attraverso interventi educazionali mirati ed il metodo beck, supporta coloro che si affidano alla dieta per perdere i chili di troppo e li motiva a raggiungere un riultato efficace e duraturo, nel rispetto delle indicazioni fornite dal proprio nutrizionista. Tale approccio si sviluppa in un percorso di sei settimane, fatto di linee guida, di indicazioni mirate, di esercizi e schede comportamentali, capaci di aiutare, con le giuste strategie, a seguire un corretto regime alimentare e a mantenere il proprio peso forma nel tempo.

Perdere i kili di troppo e ritrovare il proprio peso forma consente di vivere meglio e più a lungo. Per ottenerlo e mantenerlo occorre una alimentazione corretta e una buona attività fisiche, ma soprattutto il giusto atteggiamento mentale e la giusta motivazione, per evitare di cadere ogni giorno nelle tentazioni e nella pigrizia di un bel film sul divano, sebbene consapevoli dei benefici di una corretta alimentazione e di una vita non sedentaria, come anche dei rischi collegati ad una alimentazione disorganizzata.

Senza il giusto atteggiamento mentale ci affidiamo a diete drastiche. Digiuni degni di un fachiro indiano. Privazioni del cibo fai da te e sistemi fallimentari che spesso producono il c.d. effetto jo-jo. Infatti, uno degli aspetti più sottovalutati nel momento in cui si decide di perdere peso, è proprio il ruolo giocato dalle credenze distorte e dai pensieri automatici negativi che influenzano il processo mentale finalizzato alla regolazione del peso, minando la fiducia in noi stessi e compromettendo la motivazione ad impegnarci seriamente nel percorso intrapreso. Punti deboli che il supporto della psicologia cognitivo comportamentale ci aiuterà a vincere!

Evitando i rischi di recidive e ritorno al peso precedente e l’abbandono, della sola dieta drastica che per cause determinate da fattori psicologici, sono una costante negativa, soprattutto laddove il mutamento delle abitudini alimentari è rapido, come anche l’immediata perdita di peso, sicché, al venir meno delle motivazioni psicologiche, sarà molto facile riprendere le vecchie abitudine e riacquistare, con uguale rapidità, i chili di troppo frattanto persi con sacrificio.

Con il giusto approccio mentale proiettati verso l’estate, possiamo finalmente dedicarci a riconquistare il nostro benessere, attraverso un corretto stile di vita, alla ricerca di quel giusto equilibrio che ci farà perdere quei chili in più, senza mai dimenticare che il benessere fisico è costantemente legato a quello psicologico, sicché, come dicevano i latini, “est mens sana in corpore sano”.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*