Il sito

Il sito si propone di affrontare, in maniera semplice ed efficace, la tematica della psicologia dell’emergenza nelle sue differenti articolazioni e sfaccettature, in un percorso in grado di seguirne costantemente l’evoluzione attraverso le sue tre principali macro-fasi funzionali:

  • la preparazione degli addetti ai lavori;
  • la gestione psicologica delle fasi operative rivolte agli operatori sanitari e dei corpi di polizia, di protezione civile e dei vigili del fuoco, che affrontano quotidianamente l’emergenza;
  • la gestione delle conseguenze dell’emergenza rivolta sia agli addetti a lavori che alle vittime dell’emergenza.

L’emergenza, quindi, come momento in grado di fornire immediate risposte e garantire la corretta resilienza dinanzi alla minaccia o alla conseguenza derivata dalla minaccia stessa frattanto concretizzatasi.

Un insieme di risposte, attività, accorgimenti che devono susseguirsi secondo un’articolazione funzionale idonea ad evitare conseguenze peggiori e a garantire il pieno ripristino delle funzioni essenziali nel minor tempo possibile.

In questo frangente, pertanto, è necessaria una immediata e corretta comprensione delle dinamiche causali, delle conseguenze e dei mutamenti che, a livello psicologico, coinvolgono ogni protagonista, in ciascuno dei ruoli ricoperti, in grado di garantire il pieno successo nella gestione del fenomeno.

In una società che nella funzione di prevenire e prevedere le possibili emergenze è oggi costretta ad affrontare la paura di una quotidianità non scevra da continue minacce, anche e soprattutto di matrice terroristica, principalmente a livello internazionale, emerge, poi, l’ulteriore necessità di una nuova “mission” complementare, quale quella di aiutare ciascuno in un percorso di consapevolezza e di difesa che ne consenta un approccio funzionale in grado di consentire una serena quotidianità.

Da un lato, infatti, la necessità di far comprendere le origini, le modalità esecutive e le prospettive del fenomeno terroristico.

Dall’altro l’opportunità di garantire a chi ne abbia la necessità di acquisire gli strumenti utili per una corretta gestione  della paura e della tensione.

La sintesi del porsi dinanzi a questa problematica fa nascere l’idea di affrontare con consapevolezza ed efficacia ogni possibile tematica d’interesse, così da garantire un costante punto di riferimento nel settore.

  • Imparare a convivere con la paura e con le sue dimensioni;
  • comprendere consapevolmente come riuscire a sconfiggerla e cercare di costruire insieme una struttura di sicurezza e protezione in grado di assicurare il mantenimento di un sereno benessere nella quotidianità presente e futura;
  • individuarne le corrette dinamiche, di comprenderne i relativi percorsi, al fine di studiare ed analizzare l’impatto emotivo e psicologico del fenomeno terrorismo sulla normalità della vita di ogni giorno.
  • Perché abbiamo paura?
  • Come i terroristi vogliono che la paura s’impadronisca del nostro quotidiano e dei pensieri che ci accompagnano?
  • Come possiamo impedirglielo?
  • Come fare della paura il nostro punto di forza?

Le risposte a queste e a molte altre domande come filo conduttore di un percorso di crescita comune, attraverso esperienze reali, racconti di viaggio, in un dipanarsi di paure, del loro superamento e momenti di scoperta quotidiani.

Una serie di pagine aperte, a disposizione di tutti coloro che sentissero il bisogno di un confronto costruttivo in un settore che costituisce, ormai, la quotidianità.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page