home Stress Gestire lo stress al volante. I 10 suggerimenti britannici

Gestire lo stress al volante. I 10 suggerimenti britannici

Guidare sulle strade congestionate è sicuramente molto stressante.

Eppure riuscire a gestire lo stress al volante è possibile!!

Secondo Brake (Associazione britannica no profit per la sicurezza stradale) e Direct Line (nota società di assicurazione), sulla scorta dei risultati di una serie di interviste effettuate, circa il 70% dei conducenti hanno ammesso di perdere la concentrazione al volante perché si sentono stressati.

Peter Rodger, un ricercatore dell’ Institute of Advanced Motorists, ritiene che quando i conducenti sono stressati o vivono momenti di eccessiva sollecitazione al volante, sono maggiormente a rischio di essere coinvolti in incidenti o di causarne.

Rodger ha chiesto agli automobilisti britannici di condividere 10 suggerimenti per rimanere calmi al volante, evitare conflitti sulla strada e gestire lo stress al volante. Eccone i risultati:

1 Sopportare il disagio del traffico.

Pensa che ci sono altre centinaia di persone nella tua stessa situazione. E comunque potresti sempre trovarti su una spiaggia affollata o in un treno con solo posti in piedi. Quale alternativa sarà meno stressante? Forse nessuna… allora meglio pensare a come affrontare al meglio i propri spostamenti! Della serie: pensiamo che potrebbe essere anche peggio!

2 Guidare senza fretta

Programma un tempo maggiore per gli spostamenti e prima di partire controlla lo stato del traffico. Se le strade sono intasate meglio aspettare prima di mettersi in macchina. In questo modo, sia che si arrivi presto che si arrivi tardi, si è evitata la pressione del tempo che passa e lo stress al volante.

3 Spegnere il telefono cellulare durante la guida.

Passa il telefono all’impostazione “non disturbare” in modo da non essere distratto. Potrai controllare i messaggi e le email ed effettuare le chiamate durante le soste del tuo viaggio, magari ogni due ore.

4 Seguire le indicazioni stradali

Affronta ogni situazione seguendo le indicazioni della segnaletica. Ad esempio nell’immetterti in una strada rispetta le prescrizione di precedenza.

5 Guardare oltre la strada

Presta sempre attenzione alla strada e allo stesso tempo guarda oltre la strada, per pianificare la guida in modo da predire le azioni e gli errori delle altre persone sulla strada, in modo da affrontarli più facilmente.

6 Tollerare gli errori altrui alla guida

Quasi sempre i comportamenti errati degli altri automobilisti non sono volontari. Ricordando che la cortesia non costa nulla e che fa bene a sé ed agli altri, riesce addirittura a ridurre lo stress al volante! Cerchiamo di essere educati dinanzi agli errori di guida altrui e riflettiamo sul fatto che anche noi avremmo potuto compiere lo stesso errore.

7 Utilizzare con parsimonia il clacson

Il clacson serve per segnalare un pericolo imminente o una situazione particolare. Se qualche automobilista lo utilizza facciamo attenzione ed eventualmente lasciamolo passare. Ovviamente se sentiamo una serena facciamola passare

8 Tenersi lontano da conducenti aggressivi

Se un altro utente della strada sta guidando in maniera aggressiva o minacciosa, cerchiamo di mantenerlo a distanza. Mai reagire accelerando, frenando o spostandosi all’improvviso, poiché questo ridurrà il controllo dell’auto, generando possibili incidenti.

9 Evitare di usare i fari abbaglianti se ci sono altre auto

I fari abbaglianti vanno utilizzati solamente se necessario. Ricordiamo di non usarli per chiedere strada o per minacciare gli altri automobilisti. Se sono gli altri automobilisti ad utilizzarli in maniera scorretta, non reagiamo alla provocazione e manteniamo la pazienza.

10 Fare una pausa… ovvio!

Ogni 2 ore di viaggio fare una pausa di 15 minuti. Sgranchire le gambe e prendere un buon caffè. Semplici gesti che aiutano la concentrazione e riducono lo stress al volante!

E allora rilassiamoci, evitiamo gli errori stressogeni e riduciamo il nostro stress al volnate!

Buona guida a tutti!

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*