home Varie 5 buoni propositi per il nuovo anno!

5 buoni propositi per il nuovo anno!

Mentre stai già pensando a perdere peso, fare più esercizio fisico o smettere di fumare come buoni propositi per il nuovo anno (questi sono i buoni propositi più popolari), potresti più utilmente trascurare questi obiettivi, che magari sono gli stessi già non realizzati in ogni anno precedente, per dedicarti a qualcosa che in realtà potrebbe fare la differenza per te e la tua famiglia rispetto ai buoni propositi “pop”.

Che ne dici di scoprire alcuni buoni propositi più fattibili ed efficaci per il nuovo anno?

Potresti scoprire come l’insoddisfazione che ti fa pensare che tu abbia bisogno di organizzarti (di nuovo) può essere gestita meglio lavorando direttamente sull’insoddisfazione. Invece di iniziare il nuovo anno con lo stesso obiettivo che non hai raggiunto negli scorsi anni potresti concentrarti su qualcosa di completamente diverso.

I diversi buoni propositi o i differenti obiettivi per il nuovo anno, ideali per il benessere e la salute mentale, potrebbero essere raggiunti e potrebbero renderti più facile raggiungerne altri, anche quelli più popolari, di cui abbiamo parlato sopra.

 

Ecco alcuni buoni propositi da considerare:

 

Sarò gentile con me stesso.

Talvolta diciamo a noi stessi cose che non diremmo mai ad una persona che amiamo… cose che, anche se appaiono banali e scontate, possono compromettere la nostra autostima ed autoefficacia percepita. Un esempio, che può sembrare in apparenza semplicistico (ma che in realtà non lo è affatto) consiste nella semplice pubblicazione su  Facebook  di un post come: “Ho mangiato tantissimo, sono un maiale…” postando una foto della cena delle vacanze. Sarebbe meglio evitare! Come anche la pubblicazione di foto bruttissime con il commento: “ I nuovi mostri”. Probabilmente non è quello che meritiamo da noi stessi né sui social media, né, tantomeno,  ripetendocelo nel silenzio nella nostra camera, quando magari ci perdiamo anche affermazioni del tipo: “faccio davvero schifo”, “sono brutta/o”, “sono un/a  fallito/a”, “non riesco a fare niente di buono”. Sarebbe meglio evitare di trattarsi così male ed agire alla causa del problema, senza perdersi d’animo, ma con coraggio, decisione e buona volontà, magari chiedendo aiuto ad un professionista!

Stabilirò confini sani.

A volte diamo alle altre persone troppo potere nelle nostre vite. Evitiamo che i nostri altri significativi, i nostri genitori o figli, i nostri capi, i nostri fratelli, o  altre figure per noi importanti, ci rendano la vita più difficile attraverso “consigli” o “giudizi a fin di bene”, oppure “complimenti solo al raggiungimento di obiettivi troppo elevati”, che seppur fatti tutti a fin di bene in realtà non sempre sono un bene per noi o per chi li riceve. Forse non sei veramente disposto a fare commissioni personali per il capo ufficio, a mentire per il coniuge o ad accettare abusi verbali da parte di amici, come i consigli da parte dei parenti. Lascia che questo sia l’anno in cui lo dici, apertamente, direttamente e senza rabbia.

Migliorerò il mio benessere psico-fisico.

C’è abbastanza stigma sulla salute mentale e molte persone scelgono di non andare da un terapeuta anche quando sanno che un ascoltatore imparziale e professionale può essere esattamente ciò di cui hanno bisogno. Un terapeuta ha strumenti per affrontare efficacemente i problemi di benessere psicologico e per la crescita e lo sviluppo personale. In effetti, quell’appuntamento regolare, magari una volta a settimana, è una delle cose più belle che tu possa fare per te.

Mi eserciterò regolarmente.

Suona come un obiettivo esclusivo per la salute fisica? In realtà, il movimento regolare, specialmente all’aperto,  non solamente aiuta la nostra salute fisica ma, anche e soprattutto, mentale. Fai una passeggiata giornaliera, una pedalata in bicicletta o una nuotata ed annotala sul tuo calendario per controllare ciò che accade. Ti senti troppo stanco per fare una passeggiata? Spostati per tre minuti e poi torna a casa … forse la stanchezza sarà passata e vorrai continuare.

Resisterò al pensiero negativo.

È facile per noi pensare in termini negativi piuttosto che positivi ed è facile capire che gli atteggiamenti e i pensieri positivi siano solo un desiderio mentre i pensieri negativi appaiono realistici e pratici. In realtà, ruminare – andare oltre i sentimenti negativi e i pensieri ansiosi che ci scoppiano nella testa – non è né pratico né realistico. Pensare in positivo, essere propositivi, distendersi dal lavoro e dai problemi in generale sarà sicuramente una scelta salutare.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*